"Homo sum: humani nihil a me alienum puto" (Sono un uomo: nulla che sia umano mi è estraneo), Terenzio

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando 'Accetto' permetti l'uso dei cookie, cliccando 'Rifiuto' nessun cookies verrà installato, ma le funzionalità del sito saranno ridotte. Nell'informativa estesa puoi trovare ulteriori informazioni riguardo l'uso dei cookies di terze parti e la loro disabilitazione. Continuando nella navigazione accetti l'uso dei cookies.

    Visualizza la normativa europea sulla Privacy.

    Hai rifiutato i cookies. Questa decisione è reversibile.


Area Sanitaria (L.R.51/09).


Interventi residenziali, diurni e territoriali a favore di persone affette da patologie psichiatriche.


Le strutture tipo sono:

Case Famiglia, Appartamenti, Centro Diurno.


Direttore Sanitario: Dott.ssa Cristina Ceccarini.


PRESIDI RESIDENZIALI TERAPEUTICO-RIABILITATIVI PER ACUTI E SUBACUTI:
Dove:
comune di Carmignano (PO).
Per chi:
persone con intense problematiche sia nell’area psicotica che in quella dei disturbi della personalità.
Cosa facciamo:
prima accoglienza, assistenza e riabilitazione, 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno, con personale qualificato e supervisionato; l’obiettivo particolare di questa fase è contenere gli aspetti psicopatologici e limitarne l’interferenza nel percorso riabilitativo che l’utente inizia ad intraprendere.
Con quali risorse:
tre case famiglia ospitanti ognuna un massimo di sette persone, laboratori espressivi–occupazionali con tecnici specializzati, formazione\avviamento al lavoro, attività ludiche e sportive, lavoro psicoterapeutico di gruppo o, in casi particolari, individuale.
Come verifichiamo il lavoro svolto:
indicatori di esito specifici; monitoraggio del Progetto Terapeutico-Riabilitativo Individuale (PTRI) da parte del DSM/MOM di competenza.


PRESIDI RESIDENZIALI TERAPEUTICO-RIABILITATIVI AD ALTA INTENSITA' ASSISTENZIALE:
Dove:
comune di Carmignano (PO); Prato.
Per chi:
persone con problematiche ormai stabilizzate sia in area psicotica sia nell’ambito dei disturbi della personalità;
Cosa facciamo:
assistenza e riabilitazione, 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno, con personale qualificato e supervisionato. L’obiettivo specifico di questa fase riabilitativa può identificarsi, a seconda dei casi, con la necessità di consolidare le autonomie residue presenti e sfruttare al meglio le potenzialità rimanenti, oppure con l’intento di incrementare gradualmente i livelli di autonomia e le capacità relazionali con il territorio circostante.
Con quali risorse:
due case famiglia ospitanti: l’una, sita a Carmignano, un massimo di otto persone, l’altra, sita a Prato, un massimo di sette. Anche in questa fase del percorso sono disponibili e accessibili: laboratori espressivi-occupazionali con tecnici specializzati, inserimenti socioterapeutici o lavorativi, attività ludiche e sportive, lavoro psicoterapeutico di gruppo o, in casi particolari, individuale.
Come verifichiamo il lavoro svolto:
indicatori di esito specifici; monitoraggio del Progetto Terapeutico-Riabilitativo Individuale (PTRI) da parte del DSM/MOM di competenza.


PRESIDI RESIDENZIALI SOCIO-RIABILITATIVI A BASSA INTENSITA’ ASSISTENZIALE:
Dove:
comune di Poggio a Caiano (PO); Prato.
Per chi:
regime di semi-autonomia per persone con problematiche in remissione in area psicotica e disturbi della personalità, che mostrano buone capacità residue e necessitano solo di una bassa supervisione educativa.
Cosa facciamo:
sostegno  all’autonomia e riabilitazione a fasce orarie con personale qualificato e supervisionato.
Con quali risorse:
vari appartamenti (Poggio a Caiano e Prato) con bassa soglia di assistenza; possibilità di partecipare anche in questo contesto a laboratori espressivi-occupazionali con tecnici specializzati, attività lavorative, ludiche e sportive, lavoro psicoterapeutico di gruppo o, in casi particolari, individuale.
Come verifichiamo il lavoro svolto:
indicatori di esito specifici; monitoraggio del Progetto Terapeutico-Riabilitativo Individuale (PTRI) da parte del DSM/MOM di competenza.


SERVIZIO DIURNO:
Dove:
Prato
Per chi:
persone con problematiche in area psicotica, disturbi della personalità, disturbi dello sviluppo e deficit intellettivi.
Cosa facciamo:
sostegno, rieducazione e riabilitazione a fasce orarie in giorni e orari flessibili, con personale qualificato e supervisionato, in rapporto terapeutico variabile.
Con quali risorse:
un centro diurno; possibilità di partecipare anche in questo contesto a laboratori espressivi–occupazionali con tecnici specializzati, attività lavorative, ludiche e sportive, lavoro psicoterapeutico di gruppo o, in casi particolari, individuale.
Come verifichiamo il lavoro svolto:
indicatori di esito specifici; monitoraggio del Progetto Terapeutico-Riabilitativo Individuale (PTRI) da parte del DSM/MOM di competenza.


SERVIZI DIURNI TERRITORIALI E DOMICILIARI:
Dove:
nelle province di Prato, Pistoia e Firenze.
Per chi:
persone con problematiche in area psicotica e disturbi della personalità, disturbi pervasivi dello sviluppo e deficit cognitivi.
Cosa facciamo:
sostegno, riabilitazione, mediazione con il territorio a fasce orarie, in giorni e orari flessibili, con personale qualificato e supervisionato in rapporto educativo 1:1.
Con quali risorse:
operatori che si recano al domicilio dell’utente o nel suo territorio di residenza; base di lavoro nel centro diurno.
Come verifichiamo il lavoro svolto:
indicatori di esito specifici; monitoraggio del Progetto Terapeutico-Riabilitativo Individuale (PTRI) da parte del DSM/MOM di competenza.


GESTIONE DI APPARTAMENTI A INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA E A COMPARTECIPAZIONE:
Dove:
nelle province di Prato
Per chi:
persone con problematiche in area psicotica e disturbi della personalità, situazioni di disagio sociale.
Cosa facciamo:
sostegno, riabilitazione, mediazione con il territorio a fasce orarie, in giorni e orari flessibili, con personale qualificato e supervisionato.
Con quali risorse:
appartamenti gestiti direttamente dalla Cooperativa, o di proprietà degli utenti o dei loro familiari, nei quali si attua una compartecipazione progettuale ed economica di più soggetti (istituzioni, famiglia, utente stesso).
Come verifichiamo il lavoro svolto:
indicatori di esito specifici; monitoraggio del Progetto Terapeutico-Riabilitativo Individuale (PTRI) da parte del DSM/MOM di competenza.

 

Copyright © HUMANITAS s.c.s. - Via Nazario Sauro, 11 - 59100 Prato (PO) - Tutti i diritti riservati - 2015.
Privacy Policy